CONTATTI : info@giovannineripittore.it

L’azzurro è un colore serio per apporvi una serie di forme vivaci, di punti intriganti. La tela è fuoco piatto, lì si scherma tutto l’ardore del movimento dei piccini lo sguardo attento alle cose dei grandi ma dietro non ci sono fili a condurre il gioco mano di bambini.

" Notturno inquieto" Resta solo il fuori fuoco dei cuori bruciati come origami al sole di un lampione il fioco alone e nient'altro che rammenti quanto eravamo estate
 
 
 
“Notturno inquieto”
 
Resta solo il fuori fuoco dei cuori
bruciati come origami al sole
di un lampione il fioco alone
e nient’altro che rammenti
quanto eravamo estate

Foto "Notturno inquieto" dal libro "Vagando"

 

Fin da ragazzino ho amato stare da solo. Stare appartato e in silenzio non è un problema, anzi è una sensazione molto bella. Da adolescente amavo passare ore a pescare in compagnia del mio cane oppure andare alla stalla delle mucche; al piano di sopra c’era una camera abbandonata dove passavo il tempo a disegnare.
Adesso amo vivere da solo leggendo e dipingendo. Il problema non è mantenersi vivi, attivi. Sono fortunato perché dipingendo vivo ogni giorno mondi diversi.

Sono colore

Tante volte ho cercato tecniche nuove, ho pensato che bisognava inventare qualcosa poi ho scoperto che non devo inventare nulla. Mi basta il giallo, il nero, il rosso, il blu per entrare in un mondo magico e sempre diverso. Dimenticavo due altri fattori importanti… la fantasia e la gioia di fare.

 

foto Roberto Ceré

Fotografare

Mi piace molto. Vado a periodi. Quando ricomincio non ricordo più come si fa. Al contrario dei quadri dove amo molto il colore mi piace fotografare in bianco e nero. Mi aiuta molto fare foto, mi piace partire con la macchina fotografica e vagare senza nessuna meta e scattare…

 

Giovanni Neri si reca a Eboli per farne esperienza diretta in mezzo a gente che definisce meravigliosa